Viaggi alla Gola dell’Orrido di Botri, Toscana

La gola dell’Orrido di Botri è una delle mete turistiche più gettonate, loco dove si stringe l’ Alpe delle Tre Potenze, in cui confluiscono il Rio Mariana e il Rio Ribellino.

Quest’area naturalistica è una stretta gola di roccia calcarea disegnata dal freddo torrente Rio Pelago in cui sono presenti particolari specie di flora rupestre e numerosa avifauna pregiata rappresentata da aquila reale, poiana, astore, gheppio, gufo reale.

Durante il periodo estivo con la temperatura più mite, la possibilità di risalire il tratto finale della gola da Ponte a Gaio fino al Pozzo del Diavolo, è un’esperienza unica, le pareti che costeggiano il canyon arrivano in alcuni punti ad altezze superiori a 200 m. favorendo un sito di nidificazione ideale per l’Aquila Reale che non di rado accompagna con il suo volo, il percorso della gola.

Per gli appassionati del trekking appenninico la località offre un ottimo itinerario con la possibilità di sosta nel rifugio di Fontana a Troghi (sempre aperto in estate, solo su prenotazione negli altri mesi dell’anno).

Un’altra strada da percorrere per arrivare all’Orrido di Botri, esiste da Montefegatesi (Emillia) per poi riscendere fino a Ponte a Gaio, nonostante sia più suggestiva è meno praticabile ma anche meno praticata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *